domenica 23 luglio 2017

Lamazuna: beauty a impatto zero novità al Sana 2017

Cosmesi zero sprechi ecosostenibile - Foto dalla pagina Facebook di Lamazuna

Tutto pronto per Sana 2017: il Salone Internazionale del Biologico e del Naturale che si terrà a Bologna dall’8 all’11 settembre. Tra le novità di questa edizione uno dei marchi di eco cosmesi francesi che sbarcherà in Italia: Lamazuna che ha scelto la manifestazione per fare il suo debutto da noi.
Il marchio, cui nome significa “bella ragazza” in georgiano, nasce 7 anni fa dall’idea della sua giovane fondatrice di azzerare la spazzatura derivata dai prodotti in uso per la cura della persona, partendo dal packaging.  Da qui una linea di prodotti beauty zero waste, che colpiscono per l’utilizzo, la versatilità e gli ingredienti biologici, vegan e certificati. 

I cosmetici zero waste Lamazuna sono realizzati con ricette fresche in maniera artigianale e dalla forma accattivante: dentifrici solidi che sembrano lecca lecca, burri corpo che sembrano pasticcini, dischetti struccanti lavabili simili a pancake, ma anche shampoo solido, deodorante e ovviamente contenitori per conservare i propri cosmetici ecobio.

Di marchi di cosmesi ecologici per fortuna negli ultimi anni sono nati tantissimi, è sorto anche una vero e proprio esercito di spignattatrici, ovvero di persone che i prodotti per la cura del corpo e i cosmetici fai da te lo producono a casa, con materie prime prese anche dalla dispensa. Ma anche i marchi noti si stanno piano piano sensibilizzando e prestano maggior attenzione all’INCI (leggi in nostro articolo e scopri come leggere gli ingredienti dei cosmetici).

Diamo ovviamente una nostra valutazione, soggettiva e molto profana, di questa linea di prodotti Lamazuna. Dai siti possiamo capire che i prodotti sono innovativi è vero, accattivanti (ti viene voglia di provare tutto) ma dal prezzo un po' altino: uno shampoo solido 13 euro e un contenitore di vetro con il tappo da 100 ml 5 euro. Tutti gli ingredienti e le ricette sono facilmente riproducibili a casa con pochi euro  (e questo sì che è abbattere gli sprechi), ovvio non tutti hanno la voglia e la pazienza di farlo. Per questo è apprezzabile l’idea e l’attenzione data a ogni prodotto, curato in ogni aspetto: ingredienti, packaging degradabile, e praticità. In più il loro messaggio è proprio in linea con i nostri principi.


Attendiamo di provare personalmente i prodotti per testarne anche la qualità e l’utilizzo quotidiano, nel frattempo vi lasciamo a qualche tutorial e ricetta di cosmesi fai da te per i più temerari e volenterosi di voi.



#Clothesforlove: la tecnologia a servizio della solidarietà

 Clothes For Love - Humana - ecodellecologia
Contenitore abiti usati Humana - Clothes For Love- Fonte facebook

Gli abiti che non usi più diventano un gesto d’amore per chi ne ha bisogno. Questa l'iniziativa di Humana in collaborazione con Unioncamere e Regione Lombardia che in questi giorni ha avviato un nuovo progetto, quello di trasformare la raccolta di vestiti usati in qualcosa di moderno e digitalizzato: Clothes for love.
Un grande cuore rosso dove inserire gli indumenti che non si usano più, dotato di un display computerizzato, ogni donazione corrisponde a un eco gift, ovvero un buono sconto o un buono di benvenuto che permette ai bambini di Chilangoma in Malawi di andare a scuola.

Dona gli abiti usati: un gesto sociale e ambientale

Il progetto #Clothesforlove di Humana nasce per favorire l’alfabetizzazione di questi ragazzi, in Malawi infatti l’80% dei bambini dopo cinque anni di scuola rimane analfabeta, questo perché il sistema scolastico prevede solo un insegnante ogni 100 alunni.
Humana collabora con istituti primari aiutando oltre 80 mila bimbi ad andare a scuola con regolarità, realizzando progetti di formazione di qualità, in ambienti adatti e con risorse idonee, tutto questo per abbattere l’abbandono scolastico.


Donare i propri abiti permette di sostenete questi programmi, oltre ad essere un gesto umanitario è anche un gesto ecologico, sociale molto forte. Donare è ancora più semplice e innovativo grazie a questo nuovo contenitore digitale che mette la tecnologia a servizio della solidarietà.

Close for love è un tour che toccherà diverse città della Lombardia da luglio 2017 a gennaio 2018, e punta a trasformare un gesto semplice di solidarietà e tutela ambientale in qualcosa di più, in un momento di dialogo con il cittadino che contribuisce a incentivare lo sviluppo del proprio territorio.
I buoni infatti sono spendibili per prodotti venduti nelle botteghe ma anche in servizi presso artigiani, piccoli esercenti e riparatori attivi localmente.

Un circolo virtuoso che unisce, progetti, bisogni e conoscenze, un esempio concreto di economia circolare con impatto positivo in termini sociali e ambientali.

Per questo ci piace e ve ne parliamo qui. Per qualsiasi altra informazione visitate il sito ufficiale di Humana.

Ecco dove trovare i contenitori Clothes forlove:

  • Milano – Simply Viale Corsica 21  - Durata: 11 luglio – 29 settembre
  • Varese – Piazza della Repubblica 25 - Da metà settembre
  • Brescia – Simply Via San Zeno 76 - Da metà settembre



Clothesforlove sarà anche a Lecco, Vimodrone (MI) – Centro Comm. Auchan, Como, Pavia,
Concesio (BS) – Centro Comm. Auchan e di nuovo a Milano e a Brescia, le date saranno presto disponibili sul sito.

venerdì 14 aprile 2017

Ecoturismo: natura, comfort e mare cristallino in Toscana


La bella stagione è già iniziata, le giornate si allungano, il caldo si fa già sentire e il grigiore di questo inverno è ormai un ricordo. Si pensa ormai alle vacanze, non solo quelle estive ma anche ai week end al mare e all’aria aperta. Per gli appassionati del mare e della natura una delle strutture perfette per una vacanza ecosostenibile il PuntAla Camping Resort, che unisce comfort, rispetto per l’ambiente e la possibilità di praticare sport con tutta la famiglia, oltre a splendide acque cristalline.


Mare e cicloturismo: alla scoperta della Maremma

Il PuntAla Camping Resort si trova in una posizione ideale anche climaticamente, tra Grosseto e il promontorio di Piombino, che consente di trascorrere vacanze da marzo a fine ottobre. Immerso nella macchia mediterranea e con una costa di spiaggia nel promontorio di Torre Civette, il resort è il posto ideale per coppie e famiglie che desiderano rilassarsi, godere delle bellezze naturali e dei meravigliosi panorami e scorci della Maremma.
Le escursioni nella natura sono uno dei punti di forza di questa struttura, che si trova in uno dei mari più premiati (5 Vele Legambiente e la Bandiera Blu), da qui è possibile inoltre seguire degli itinerari di cicloturismo alla scoperta del territorio: dalla  cittadina  medievale  di  Massa  Marittima, alle  località di  Castiglione  della  Pescaia  e della   nuova   Marina   di  Scarlino,   dai   siti archeologici  etruschi  di  Vetulonia,  alle  tipiche casine  sulla  spiaggia  di  Follonica.  Un migliaio di km da percorrere pedalando o a piedi lungo strade tranquille e immerse nella natura.


Comfort nel pieno rispetto della natura

Il Camping offre sistemazioni sia in tenda casetta sia in roulot e caravan, mobile house mette a disposizione la piazzola per le tende e diverse sistemazioni in “Hostel by Nature” a pochi passi dal mare, nella macchia mediterranea all’ombra di pini marittimi, sughere secolari e sottobosco. Anche la ristorazione e i pasti sono confortevoli grazie alla possibilità di ristorazione alla carta, il self catering, l’angolo cottura e il minimarket interno. 

Per maggiori informazioni visitate il sito a questo link 

lunedì 27 febbraio 2017

Come usare le banane troppo mature



Ci risiamo, abbiamo preso le banane ma ci siamo dimenticati di mangiarle e ora sono diventate nere, troppo mature. Non a tutti piacciono dolci e morbide, altri sono schizzinosi e alla prima macchietta si rifiutano di consumarle ma come fare a consumare le banane troppo mature?
Noi vi proponiamo 3 ricette antispreco con questo frutto dalle mille proprietà, ricco di potassio, vitamine fibre e antiossidanti, perfetti per il sistema immunitario.

Prova queste ricette con le banane mature e raccontaci le tue.

Pancake alle banane e farina integrale

ingredienti Pancake alle banane
Pancake alle banane 

Ingredienti variabili in base a quello che avete in frigo.
  • 2 banane mature
  • 300 grammi di farina integrale
  • 1 bicchiere di latte (vegetale o a piacere)
  • 1 uovo
  • 8 grammi di lievito in polvere
  • 30 grammi di olio di semi
  • Un pizzico di sale

Schiacciate le banane e aggiungete il pizzico di sale, amalgamate fino a quando non saranno una crema fluida. Aggiungete a pioggia la farina setacciata precedentemente mischiata con il lievito, gradualmente aggiungete il latte quanto basta per avere un impasto fluido e morbido.
Lasciate risposare il tutto per qualche minuto, vedrete delle bolle formarsi nell'impasto.
Ungete una padella piatta e larga con l’olio di semi, scaldate e versate a velo l’impasto, quando lo vedrete crescere, staccatelo con una spatolina e fate cuocere dall’altro lato.
I pancake saranno pronti per essere consumati subito oppure freddi con crema allo yogurt magro e scaglie di cioccolato.

Frullato energetico alla banana

ricetta Frullato energetico alla banana
Merenda energetica prima dello sport

Per questa ricetta perfetta per colazione o uno spuntino prima dello sport vi servirà:
  • una banana matura,
  • un bicchiere di latte vegetale o acqua se non avete altro,
  • cannella e cacao in polvere a piacere,
  • una spruzzata di limone,
  • granella di mandorle per guarnire.


Munitevi di mixer e versate tutti gli ingredienti ad eccezione della granella di mandorle, frullate il tutto per qualche minuto finché non otterrete un frullato denso e schiumoso, simile a un cappuccino. Guarnite con scaglie di mandorle o di cocco a piacere, una spruzzata di cannella.


Banana bread all’avena

ricetta torta banane mature
Torta alla banana e avena
Ingredienti
  • 250 grammi di banane mature
  • Una bustina di lievito per dolci
  • 50 ml Latte di soia
  • 100 grammi di farina d’avena
  • 100 grammi farina integrale
  • 2 uova

Frullate la banana fino ad ottenere una crema, aggiungete  le uova e mescolate ancora.
Unite la farina setacciata precedentemente mescolata con il lievito, aggiungete il latte di soia o vegetale, mescolate con le fruste per un impasto morbido e senza grumi.
Riponete in uno stampo per pluncake o in pirottini per cupcake, guarnite con avena intera e fate cuocere in forno preriscaldato per 50 minuti a 160- 180 gradi.  


Buona merenda antispreco, salutare e naturale.

Fa’ la cosa giusta 2017


È arrivata alla 14 esima edizione Fa’ la cosa giusta, la fiera del consumo critico e gli stili di vita sostenibili. Noi de L'eco dell'ecologia da sempre partecipiamo con grande curiosità ed entusiasmo, perché possiamo ritrovare amici e fornitori che conosciamo da anni, e scoprirne di nuovi ogni volta.

L’edizione di Fa' la cosa giusta 2017 si terrà a Fiera Milano City dal 10 al 12 marzo, come ogni anno le novità saranno tante, tra laboratori per bambini, aree tematiche, workshop, espositori e ristoratori che hanno fatto del green e della sostenibilità il loro cavallo di battaglia.

Non mancheranno le mostre e i “polmoni culturali” delle vere e proprie isole al consumo consapevole, potete scoprire tutte le iniziative a questo link.

Salumeria del Design - Fonte Fa' la cosa giusta.
Tra le novità di questa edizione che non vediamo l’ora di vedere anche le Botteghe creative del Riciclo e Riuso e il ciclobar di Salumeria del Design e Riciclo-riparo-riuso e non spreco con Giacimenti Urbani. Appuntamento anche con turismo sostenibile, per iniziare a pensare a viaggi e vacanze estive in mezzo la natura e in borghi da scoprire, e ristoranti solidali organizzati per non sprecare.

Le attività e gli spunti per vivere in maniera ecologica sono tantissimi, non ci resta che darvi appuntamento in fiera dal 10 marzo.


10- 12 marzo
Fiera Milano City - Padiglione 3-4. 

Ingresso 10 euro con libro in omaggio Dal piatto alla pianta e I trucchi del birraio formato epub.
La fiera è organizzata da Terre di Mezzo Editore.

Tutte le informazioni sul sito ufficiale.




domenica 26 febbraio 2017

Taglieri d'autore: Contest per design organizzato da Essent’ial


È da poco finita la Settimana della Moda milanese, che già fervono i preparativo per il Salone del Mobile e il suo frequentatissimo Fuori Salone, di cui seguiremo diverse iniziative green.
Oggi vi proponiamo un contest dedicato ai designer organizzato da Matteo Ragni Studio, in collaborazione con Essent’ial.

Avete tempo fino al 3 marzo per inviare la vostra proposta e partecipare al contest “Taglieri d’autore”, le 100 migliori proposte saranno stampate, applicate sul tagliere ed esposte ne Casello Ovest, all’interno del Fuori Salone di Porta Venezia in Design.



Perché vi proponiamo questo contest? Perché Esset’ial nasce nel 2016 e propone un idea innovativa nel mondo della stampa, proponendo oggetti realizzati in materiali naturali, come carta e cartone riciclati, e certificati FSC, e fibra di cellulosa lavabile. In linea con la propria educazione sostiene i temi della tutela ambientale portandola nella pratica produttiva e creando sinergie con l’economia del territorio e con designer.


Leggi di più su  Essent’ial.

Pagina facebook Matteo Ragni Design Studio.